L-carnitina Priciapl Ingrediente in Idealica

Cominciamo con la risposta rapida: L-carnitina ti aiuta a perdere peso più facilmente e più velocemente. Per tutti coloro che continuano nella ricerca del santo graal di tipazo, questa sostanza non è la pietra filosofale. Ma è utile per qualcosa? Parliamo di ciò che sappiamo di questa sostanza, del suo uso e delle sue conseguenze.

Cos'è la L-carnitina?

La levocarnitina, o L-carnitina, è una sostanza organica di natura amminica (un'ammina quaternaria, per gli amanti della chimica). Si chiama “levo” perché è uno stereoisomero della D-carnitina, la carnitina “destrina”, che non è di utilità biologica per gli animali, approssimativamente. Questa sostanza è un componente essenziale nel metabolismo energetico cellulare.

La sua funzione è quella di mediare il trasporto di acidi grassi all'interno mitocondriale. I mitocondri sono organelli cellulari responsabili della respirazione cellulare. In questo processo “consumano” molecole come gli acidi grassi e le convertono in energia. Ma per introdurre queste molecole all'interno, sono necessari mediatori come la L-carnitina per consentire il trasporto.

Per questo motivo, la L-carnitina è essenziale e il nostro corpo la produce in quantità sufficiente grazie al rene, al fegato o al cervello. La sua formazione è composta da due amminoacidi essenziali: la metionina e la lisina, sebbene sia acquisita anche da prodotti animali come latte o carne (da cui deriva il suo nome).

Le verdure non contengono carnitina, con alcune eccezioni, ma di fronte a un normale stato di salute, l'integrazione con questa sostanza non è necessaria (tranne che per i bambini, come hanno dimostrato alcuni studi). In linea di principio, la L-carnitina che produciamo è sufficiente per il corretto funzionamento del corpo. Finora è tutto chiaro. Ma cosa succede se parliamo di usarlo come integratore sportivo?

A cosa serve la L-carnitina?

L-carnitina è un integratore abbastanza popolare per perdere peso. E ammettiamolo, molte persone usano questi tipi di integratori quando vanno in palestra. Questo può darci un'idea del valore che viene dato negli ambienti fitness. Ma c'è una ragione per questo?

Sappiamo da molto tempo che la carnitina è necessaria per il corretto funzionamento del corpo. La sua carenza può portare a problemi molto gravi. Nei casi più lievi, la mancanza di L-carnitina può causare aumento di peso e accumulo di grasso. Se consideriamo che è un fattore chiave nel metabolismo dei grassi, è logico.

E quindi, sembra anche logico pensare che una quantità aggiuntiva di questo metabolita nel corpo ci aiuterà a consumare grasso più rapidamente. Ma non è così. Numerosi studi sugli animali e sull'uomo hanno dimostrato che non vi sono differenze identificabili nella perdita di peso e nella massa grassa con l'integrazione di L-carnitina. Neanche quando usato con persone che soffrono di obesità.

Pertanto, possiamo dire abbastanza fortemente che la L-carnitina non ti aiuta a perdere peso (o ad accelerare il processo). Questo è anche abbastanza logico poiché parliamo dei meccanismi interni dei mitocondri, uno degli organelli più intimi delle cellule, e serve uno dei processi più elementari esistenti, che si traduce in un processo controllato quasi draconicamente .

E l'esercizio?

Qualche tempo fa abbiamo discusso di un interessante studio in cui i ricercatori hanno dimostrato che un consumo di 4 grammi di L-carnitina per diversi mesi significa un aumento significativo della concentrazione di carnitina presente nel muscolo. Questo, ancora una volta, ci fa pensare che dopo questa continua integrazione possiamo raggiungere una maggiore prestazione muscolare.

Nulla che aiuta a perdere peso prima, ma ciò significherebbe un miglioramento delle prestazioni del muscolo allenato, migliorando la fatica e l'economia muscolare. Ma poco tempo dopo un altro studio stava infrangendo queste conclusioni. In questa occasione, i ricercatori hanno deciso di interpretare il significato di questo aumento, analizzando la situazione muscolare, i metaboliti presenti, ecc.

E il risultato è un po ‘scoraggiante: al momento, sembra che una maggiore concentrazione di carnitina nel muscolo non vada bene per … nulla. Ciò deriva dall'analisi dell'esercizio fisico ad alta intensità, sebbene i suoi risultati siano estrapolati, in linea di principio, ad altri tipi di esercizio poiché il metabolismo è lo stesso.

A cosa serve la carnitina?

Come abbiamo detto fin dall'inizio, la L-carnitina è semplicemente essenziale per vivere. Senza di essa possiamo soffrire di stanchezza, insufficienza muscolare e problemi infiniti che possono finire con conseguenze fatali nel peggiore dei casi. E l'integrazione con L-carnitina? Questo serve a curare varie malattie.

La L-carnitina aiuta il corretto funzionamento del fegato nelle persone con steatoepatite non alcolica, una patologia con soluzione difficile e conseguenze molto gravi. Serve anche come mezzo per trattare la bassa motilità degli spermatozoi o addirittura l'avvelenamento con acido valproico, una sostanza utilizzata nel trattamento dell'epilessia.

Ma se ciò che stiamo cercando è un miglioramento nella gestione del grasso corporeo o dell'efficienza fisica, sembra che dovremmo rinunciare. Al momento, l'integrazione di carnitina non ha mostrato alcun tipo di aiuto ergogenico (che migliora la produzione di energia del corpo) o prestazioni in nessuna disciplina sportiva.

Nonostante le voci che continuano a consigliarne l'uso, la sua efficacia è messa seriamente in discussione e con ragioni scientifiche più che sufficienti a non prestare attenzione ai suoi difensori. Ad oggi, non vi è alcuna buona ragione per integrare una dieta con carnitina, a meno che non ne abbiamo bisogno per motivi medici. Ed è già noto in questo degli integratori sportivi: