Integratori Alimentari di Zinco: Benefici, Dosaggio per il tuo Corpo

Hai notato di recente acne, pelle secca, unghie fragili e capelli stanchi? Tutti i tuoi problemi potrebbero derivare da una semplice carenza di ferro. In effetti, questo oligoelemento svolge un ruolo molto importante nella nostra salute cellulare, e in particolare quella della nostra pelle.

Se raccomandiamo di consumare 14 mg al giorno per gli uomini (e 12 per le donne), sfortunatamente non ne assumiamo sempre abbastanza della nostra dieta. Oggi facciamo il punto dell'importanza dello zinco per il nostro corpo e dei migliori integratori alimentari di zinco per non perderlo.

Perché lo zinco è così importante?

Lo zinco è un oligoelemento che si trova naturalmente nel corpo umano. Tuttavia, la sua presenza è residua, poiché avremmo meno di 2 grammi, principalmente nei muscoli e nelle ossa. Presente nelle nostre cellule, e in particolare in quelle della nostra pelle, del nostro cervello, ma anche nel nostro pancreas o nei nostri occhi, lo zinco svolge un ruolo molto importante nel nostro benessere generale.

Ad esempio  , svolge un ruolo centrale nella nostra crescita, nel corretto funzionamento delle nostre difese immunitarie o delle nostre funzioni neurologiche e riproduttive. Per darti un'idea migliore dell'importanza dello zinco per il corpo umano, avrebbe un ruolo chiave in oltre 300 processi enzimatici vitali. Questo è il caso, ad esempio, della sintesi di DNA e proteine, della guarigione e dell'istituzione delle nostre difese immunitarie …

Ma non solo. Lo zinco ci consente anche di  sviluppare i nostri diversi sensi  (in particolare gusto, vista e olfatto). Modula anche il nostro umore e partecipa al metabolismo dell'insulina. È anche noto per il suo ruolo preventivo nelle condizioni della pelle. Queste proprietà antiossidanti, quindi, partecipano alla guarigione della nostra pelle e possono prevenire e trattare molti problemi come la psoriasi, le infezioni della pelle o le ulcere. Se lo perdi, corri il rischio di acne, ad esempio, poiché regola le nostre reazioni infiammatorie.

Quali sono i rischi di carenza di zinco?

Come abbiamo visto in precedenza, abbiamo bisogno di assumere 12-14 mg di zinco al giorno dalla nostra dieta (a seconda del sesso e dell'età). Il problema è che, sebbene si presenti in molti alimenti (principalmente proteine ​​animali e vegetali), è sempre più probabile che soffriamo di carenza.

Cause della mancanza di zinco.

In effetti, alcune cattive abitudini possono drasticamente esaurire i nostri depositi di zinco. Questo è il caso, ad esempio, se consumi molto caffè o alcool, ma anche se bevi tè o fumo frequentemente. Presta attenzione anche ai diuretici e allo stress che avranno lo stesso effetto sui tuoi depositi di zinco. Un altro responsabile delle carenze di zinco è il raffinamento del nostro cibo (in particolare quello dei cereali e, quindi, della pasta e del pane), che sono sempre più poveri di zinco. In effetti, la  raffinazione farebbe evaporare quasi l'80% del contenuto di zinco di questi alimenti  .

I vegetariani hanno anche maggiori probabilità di soffrire di carenza di zinco. Se si trovano sia nelle proteine ​​vegetali (principalmente legumi) che negli animali (carne, uova e prodotti lattiero-caseari), questi sono meno assorbiti dal corpo umano. Come abbiamo visto, questo può portare a problemi digestivi, problemi di pelle o perdita di capelli.

I periodi in cui il nostro corpo ha bisogno di più zinco

Dovresti anche sapere che in certi momenti della nostra vita, il corpo ha bisogno di più zinco. Questo è particolarmente vero per i bambini piccoli, le donne in gravidanza e gli anziani (nei quali sarà più pericoloso, il che porterà a una carenza del sistema immunitario). Le carenze derivano anche da problemi correlati, come problemi della pelle o disturbi mentali come la depressione.

Torniamo alla gravidanza, durante la quale i requisiti di zinco saranno più elevati. Questo oligoelemento svolge un ruolo cruciale nello sviluppo del feto e una carenza può portare a ritardo della crescita, sia fisica che neurologica. Pertanto, è fondamentale che le donne in gravidanza assumano integratori alimentari di zinco per limitare i rischi di complicanze durante il parto (durata, sanguinamento, ecc.). Ma anche la sindrome da depressione postpartum.

Nei  neonati e nei bambini piccoli  , anche la mancanza di zinco è molto grave, poiché può rallentare la loro crescita e sviluppo, sia fisicamente che nervosamente. Pertanto, una carenza comporterà deficienze immunitarie, un malfunzionamento del sistema digestivo e persino difficoltà a riprodursi una volta raggiunta l'età adulta.

Sintomi, pericoli ed effetti collaterali.

Quindi, come viene diagnosticata la carenza di zinco? I sintomi dell'insufficienza di zinco nel tuo corpo possono essere espressi in diversi modi. E in particolare attraverso:

  • stanchezza anormale
  • un raffreddore cronico;
  • mancanza di appetito
  • depressione e sbalzi d'umore;
  • problemi di memoria e concentrazione

Ma la carenza di zinco può anche causare  problemi alla pelle, macchie di unghie e perdita di capelli. I tuoi sensi possono anche essere influenzati dalla perdita di gusto e olfatto e dalla mancanza di visione.

In generale, la mancanza di zinco avrà  conseguenze sfavorevoli sul sistema immunitario  . Pertanto, sarà più incline a malattie, virus e batteri. Ma anche con maggiori rischi come disturbi cardiovascolari, diabete o cancro. Quando ti fai male, sarà più difficile guarire. E la tua psiche sarà più fragile, specialmente con la depressione.

Quali integratori preferire?

Per evitare carenze di zinco, puoi iniziare prendendo integratori alimentari. Tuttavia, non è sempre facile navigare in un'offerta sempre più varia. Molto spesso li troverai sotto forma di capsule o compresse. L'integratore più comune è la spirulina, una microalga molto ricca di zinco. Evita anche gli integratori che combinano lo zinco con il ferro, poiché quest'ultimo blocca l'assorbimento del prezioso oligoelemento.

Qual è la dose di zinco?

Come abbiamo visto, potrebbe essere necessario integrare con zinco durante la gravidanza o negli anziani. Ma anche semplicemente per recuperare una pelle più radiosa, rallentare la caduta dei capelli o rafforzare le unghie. Si consiglia inoltre se si segue una dieta vegetariana o vegana.

Se stai assumendo integratori,  è meglio prenderli a stomaco vuoto, il che faciliterà notevolmente l'assorbimento di zinco. Quindi evitare di ingerire la capsula durante il pasto. Lascia che il tablet si sciolga in bocca. Di solito, uno sarà sufficiente per soddisfare le tue esigenze quotidiane.

Ma se hai il raffreddore o vuoi curare l'acne, la dose sarà leggermente diversa. Nel primo caso, si consiglia di assumere una pillola ogni due ore non appena compaiono i primi sintomi. Tuttavia, la sua cura non dovrebbe superare una settimana, ad una velocità da 10 a 15 mg al giorno. Per l'acne, si consiglia di assumere 30 mg di zinco al giorno.

Controindicazioni di un integratore alimentare di zinco.

Tuttavia, fai attenzione perché gli integratori a base di zinco non sono raccomandati in alcuni casi. E in particolare se stai già assumendo uno dei seguenti trattamenti:

  • anticonvulsivanti;
  • alcuni vasodilatatori;
  • un contraccettivo orale
  • un diuretico della categoria tiazidica;
  • terapia ormonale sostitutiva;
  • un antiacido
  • Un agente chelante.

Come con un integratore alimentare di magnesio, esiste una dose. In generale, si consiglia di  pianificare un intervallo di due ore  tra il supplemento dietetico di zinco e il trattamento. Ma in ogni caso, ricorda di consultare il tuo medico, che può consigliarti delle alternative e guidarti nella dose corretta da seguire.

Alimenti ricchi di zinco

Per evitare la carenza di zinco, puoi anche semplicemente ottenere di più dalla tua dieta. Controllando l'assunzione giornaliera, limiterai i rischi e i pericoli per la salute.

Ecco un piccolo riassunto degli alimenti più ricchi di zinco (per una porzione da 100 g);

  • affilato: 16 mg;
  • visceri (incluso fegato): 9 mg
  • germe di grano: 7 mg;
  • cereali integrali: 5 mg
  • carne rossa e tuorlo d'uovo: 4 mg;
  • soia: 3 mg;
  • legumi, pesce grasso e noci: 2 mg.

Sono principalmente le ostriche e la carne rossa che hanno le migliori prese di zinco biodisponibili. Ciò significa che sarà assorbito meglio dal tuo corpo, a differenza dei germi di grano e delle proteine ​​vegetali, che sono meno facili da assorbire. D'altra parte, puoi accompagnare la tua carne rossa con un bicchiere di vino (da bere moderatamente, ovviamente), poiché facilita l'assorbimento di zinco.