Carbone Vegetale Attivato, Il Potente Disintossicante Poco Conosciuto!

0
207

Il carbone vegetale è probabilmente il più antico disintossicante naturale conosciuto sulla Terra. Già nell’antichità era usato per purificare l’acqua. Oggi la medicina è interessata a questo aspetto purificante ma a livelli molto profondi del corpo.

Quel piccolo ventre brutto che ti perseguita così tanto, sei sicuro che sia dovuto al grasso sotto la pelle? Come spiegare altrimenti che le persone apparentemente magre hanno ancora una pancia prominente? In alcuni casi, ciò può essere dovuto alla distensione interna dello stomaco semplicemente a causa del gas! Vediamo cosa ti promette il carbone.

Carta D’identità del Carbone

Nome scientifico: Carbo vegetabilis.
Nomi comuni: Carbone vegetale, carbone attivo, carbone attivo, carbone attivo.
Nome inglese: Carbone attivo.
Classificazione botanica: Carbonio di legno.
Forme e preparati usuali: Polveri, capsule, granuli.

Il Carbone Attivo Legno o Facendo!

Il carbone vegetale, avresti dubitato della sua origine, viene proprio dalla natura. Il carbone attivo si ottiene calcinando il legno (frassino, pioppo, ecc.) A temperature molto elevate, fino a 900 gradi in un ambiente senza aria, quindi bruciato nuovamente, questa volta in presenza vapore e aria.

Questo processo, chiamato attivazione, ha l’effetto di creare sulla superficie del carbone molti pori, come in una spugna, che intrappolerà le molecole di prodotti tossici ingeriti. Il miglior carbone vegetale per questo tipo di utilizzo è ottenuto da gusci di cocco.

Le Virtù Salutari del Carbone Vegetale

Nella buona vecchia nonna, il carbone è noto da tempo per la sua capacità di assorbire il gas. Infatti, le cellule dell’intestino emettono gas chiamato metano. In particolare, quando l’intestino è irritato, questo gas si accumula lì e dilata le pareti. Rumori di benvenuto, dolori ma soprattutto la sensazione di avere una grande pancia. L’interesse del carbone attivo risiede non solo in questa virtù anti-gonfiamento.

Sembra essere un buon rimedio per molti disturbi digestivi e intestinali. Aiuta a regolarizzare il transito. Calma la diarrea, la gastroenterite. Calma il bruciore dello stomaco e il reflusso gastrico. Allevia gli effetti dell’aerofagia o il consumo eccessivo di lipidi e zuccheri.

In breve, il carbone è un potente depuratore che purifica il corpo e regola il colesterolo e i trigliceridi del sangue.

Il Carbone Attivo , Antidoto Universale Contro il Veleno!

Non è per niente che il carbone attivo si trova in quasi tutti gli ospedali del mondo. Questa è praticamente la prima cura che viene data alle persone che sono state vittime di avvelenamento o avvelenamento: assunzione di droghe, overdose, cibo avariato, ingestione di prodotti per la casa, ecc.

Ecco la spiegazione: rilasciando l’intestino congestionato, il carbone attivo attiva la disintossicazione della linfa e del sangue attraverso il pompaggio osmotico. Ecco un elenco non esaustivo dei prodotti tossici che il carbone può eliminare:

  • metalli pesanti;
  • detergenti;
  • prodotti chimici agricoli;
  • narcotici;
  • la chemioterapia;
  • gas tossici;

curiosità:

All’inizio del XVII secolo, i medici avrebbero compiuto l’impresa di consumare consapevolmente quantità di veleno di fronte agli occhi spalancati del loro udito, senza complicazioni. Avrebbero avvolto il veleno con strati di carbone attivo prima dello spettacolo!

Carbone Vegetale Attivato e Magrezza, Quale Relazione?

È chiaro che il carbone non è né un bruciagrassi, né un soppressore dell’appetito e ancor meno un drenaggio dell’acqua. Tuttavia, la sua azione sullo stato dell’apparato digerente non può essere ignorata. Oltre a risolvere il problema di gonfiore sopra menzionato, dobbiamo ammettere che finché il nostro intestino e lo stomaco stanno bene, il nostro peso sarà gestito meglio.

Sapendo che la parte più difficile è mantenere la linea dopo aver perso chili, il carbone attivo diventa un supplemento dietetico necessario e deve essere incorporato nella propria dieta. Un’assunzione di carbone tempestiva, ben controllata e ben distanziata sembra essere una buona pratica.

Ovviamente, è ovvio che l’uso di questo prodotto dovrà essere fatto come parte di una dieta sana ed equilibrata per ottenere risultati soddisfacenti. Non dovrebbe essere abusato e la cosa migliore sarebbe chiedere a specialisti della salute e della nutrizione di controllare meglio l’uso.

Come Usare la Pianta C Attivata?

Sebbene questo materiale sembri ben tollerato dalle donne in gravidanza, preferiamo che qualsiasi integrazione alimentare non venga effettuata durante la gravidanza o durante l’allattamento.

Parecchie opinioni preferiscono piuttosto il formato in polvere, rispetto a quello della pillola. Quest’ultimo, sebbene apparentemente pratico, sembra avere alcuni svantaggi: i
produttori tenderebbero ad aggiungere altri ingredienti alle pillole, che potrebbero disabilitare o frenare l’effetto del carbone;
L’involucro della pillola, fatto di gelatina di maiale o gelatina vegetale, può contenere agenti che influenzano la qualità del carbone;

La polvere, apparentemente molto più economica e mantenendo tutte le virtù del carbone se il processo di estrazione è convalidato, sembra essere l’opzione migliore.

Tuttavia, si deve attirare l’attenzione sull’effetto che il carbone di legna può avere sui buoni nutrienti già presenti nell’organismo, così come sui farmaci da prescrizione. Prenderà quindi il carbone attivo 1 o 2 ore prima o dopo l’assunzione di farmaci o pasti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here